Novità e Informazioni

  • SABINA GUZZANTI ALL'ARACELI

    Sabato 11 ottobre, al termine della proiezione delle ore 18,00, SABINA GUZZANTI si intratterrà col pubblico de "LA TRATTATIVA" tra le ore 19,50 e le 20,50.

  • VENDITA TESSERE

    Le tessere da 10, 20 e 30 film sono in vendita dal 1 settembre alla cassa del cinema tutti i giorni negli orari di apertura. La tessera è personale. Il titolare ha diritto ad assistere a tutte le proiezioni della stagione, da settembre a giugno.

Prossimamente...

Locandina

La trattativa

Araceli FilmFest

Regia: Sabina Guzzanti
Genere: Documentario
Durata: 108 minuti
Intero:€6.00
Ridotto:€4.00

Spettacoli:

  • Giovedì
    2 Ottobre
    21:00
  • Venerdì
    3 Ottobre
    19:00 • 21:00
  • Sabato
    4 Ottobre
    19:00 • 21:00
  • Domenica
    5 Ottobre
    17:00 • 19:00 • 21:00
  • Martedì
    7 Ottobre
    21:00
  • Mercoledì
    8 Ottobre
    21:00
  • Giovedì
    9 Ottobre
    21:00
  • Venerdì
    10 Ottobre
    21:00
  • Sabato
    11 Ottobre
    18:00 • 21:00
  • Domenica
    12 Ottobre
    17:00 • 19:00 • 21:00

Trama

Un gruppo di lavoratori dello spettacolo, capitanatati da Sabina Guzzanti, decide di mettere in scena le vicende controverse relative alla cosiddetta "trattativa", quella che sarebbe intercorsa tra Stato e mafia all'indomani della tragica stagione delle bombe (Roma, Milano, Firenze). In un teatro di posa, dunque, un gruppo di attori ricostruisce, nei modi di una "fiction giornalistica", i passaggi fondamentali di una vicenda complessa e piena di omissis che inizia dall'uccisione di Falcone e Borsellino fino ad arrivare al processo che vede sul banco degli imputati, fianco a fianco, politici e mafiosi. Vent'anni di storia italiana: l'uccisione di Salvo Lima, il maxi processo, la strage di Capaci, l'uccisione di Borsellino, le bombe a Roma, Firenze, Milano, la fallita strage allo Stadio Olimpico... con i suoi discussi protagonisti: Riina, Provenzano, Ciancimino padre e figlio, Caselli, i capi del Ros Mori e Subrani, Napolitano, Mancino, Scalfaro, i pentiti, Gaspare Spatuzza, Mutolo, Dell'Utri, Mangano... e Berlusconi, ovviamente, quello vero e quello fatto dalla Guzzanti.