Novità e Informazioni

  • VENDITA TESSERE

    Le tessere da 10, 20 e 30 film sono in vendita dal 1 settembre alla cassa del cinema tutti i giorni negli orari di apertura. La tessera è personale. Il titolare ha diritto ad assistere a tutte le proiezioni della stagione, da settembre a giugno.

Prossimamente...

Locandina

Un ragazzo d'oro

Araceli FilmFest

Regia: Pupi Avati
Genere: Drammatico
Durata: 102 minuti
Intero:€6.00
Ridotto:€4.00

Spettacoli:

  • Martedì
    23 Settembre
    21:00
  • Mercoledì
    24 Settembre
    19:00
  • Giovedì
    25 Settembre
    19:00
  • Venerdì
    26 Settembre
    19:00
  • Sabato
    27 Settembre
    19:00 • 21:00
  • Domenica
    28 Settembre
    17:00 • 19:00 • 21:00
  • Martedì
    30 Settembre
    19:00

Trama

Davide Bias è un creativo pubblicitario col sogno di scrivere qualcosa di bello, di vero. Ansia e insoddisfazione lo accompagnano: per tenerle a bada, solo le pillole. Quando suo padre, uno sceneggiatore di film di serie B muore, Davide si trasferisce a Roma dove incontra la bellissima Ludovica, un'editrice interessata a pubblicare un libro autobiografico che il papà di Davide aveva intenzione di scrivere. Il libro lo scriverà lui, come se a farlo fosse suo padre: questo lo aiuterà a riconciliarsi finalmente con la figura paterna, ma non a risolvere le sue inquietudini...

Locandina

Il buono, il brutto e il cattivo

Araceli FilmFest

Regia: Sergio Leone
Genere: Western
Durata: 177 minuti
Intero:€6.00
Ridotto:€4.00

Spettacoli:

  • Mercoledì
    24 Settembre
    21:00

Trama

Durante la guerra di Secessione (1861-65) il Biondo, bounty-killer un po' romantico, Tuco, vendicativo fuorilegge messicano, e Sentenza, cinico assassino a pagamento, si associano, senza alcuna fiducia reciproca, per recuperare un tesoro nascosto in un cimitero. Profanatore del western, il più tipico genere del cinema USA, ma anche risolutamente critico perché quasi sempre ha tradito la vera storia della nazione, trasformandola in mito, Leone chiude la "trilogia del dollaro" con il suo film più ambizioso e costoso, più ironico e beffardo. Non a caso l'ha scritto con Luciano Vincenzoni e Age & Scarpelli, grandi specialisti della commedia: il tema del denaro è sempre legato alla morte violenta, ai cadaveri; la guerra è un banditismo organizzato; non c'è differenza tra nordisti e sudisti: tutti e 3 i protagonisti (uno nel 1°, due nel 2° della trilogia) sono mossi dalla rapacità, pur in modi diversi. Prodotto dalla Pea di Alberto Grimaldi, incassò soltanto in Italia più di 3 miliardi di lire nella stagione 1966-67. Bisogna decidersi: Leone è un dissacratore o un mistificatore?

Locandina

I quattrocento colpi

Araceli FilmFest

Regia: François Truffaut
Genere: Drammatico
Durata: 93 minuti
Intero:€6.00
Ridotto:€4.00

Spettacoli:

  • Giovedì
    25 Settembre
    21:00
  • Venerdì
    26 Settembre
    21:00

Trama

Come una madre che osserva e veglia, nelle prime immagini del primo capolavoro di Truffaut, quello che lo ha fatto passare dai banchi di scuola dei "Cahiers du Cinema" alla cattedra della macchina da presa, la Tour Eiffel è sempre presente, e domina Parigi. I 400 colpi è anche il primo film del personaggio Antoine Doinel, alter ego del regista, sempre interpretato da Jean Pierre Leaud, che accompagnerà nella vita cinematografica il cineasta francese.